WebCam Arena
webcam
powered_by.png, 1 kB

Il Chievo perde ancora
Scritto da red2   
sabato, 21 gennaio 2017 20:46
La Fiorentina passa con autorevolezza al Bentegodi contro il Chievo per 3-0.
Risultato rotondo per la squadra di Paulo Sousa, che sblocca il match nel primo tempo, soffre, poi la chiude a inizio secondo tempo e in pieno recupero festeggia il primo gol in Serie A di Chiesa. Ha davvero tanti motivi per sorridere il tecnico portoghese: il ritorno al gol di Babacar che non ha fatto rimpiangere Kalinic, la costante crescita del figlio d'arte e una certa quadratura anche dietro, con Sanchez davvero positivo come difensore centrale. Nota stonata l'infortunio muscolare a Gonzalo Rodriguez, mentre Tello ha mostrato due facce della stessa medaglia: bravo ad attaccare, disastroso quando c'è da difendere. Dall'altra parte Maran si lecca le ferite: dopo Roma, Atalanta e Inter arriva la quarta sconfitta di fila. Da salvare solo il primo tempo, mentre hanno pesato come macigni gli errori individuali di Dainelli e Cacciatore che hanno condizionato la gara. Il tecnico ha i suoi alibi per via delle squalifiche e degli infortuni, ma la bella sorpresa di inizio stagione è improvvisamente evaporata nell'ultimo mese. 
Rispetto alla squadra che ha battuto la Juve al Franchi, Paulo Sousa presenta due novità: Babacar per lo squalificato Kalinic e Tello per Maxi Olivera. Una Viola più offensiva dove Ilicic trova posto solo in panchina. Maran, che deve fare a meno degli squalificati Radovanovic e Spolli e dell'infortunato Frey, ne cambia tre rispetto a San Siro: in difesa largo a Cacciatore e Cesar, mentre De Guzman trova spazio a centrocampo.
Il Chievo prende presto le misure al possesso palla della Viola e si rende pericoloso con Castro (vola Tatarusanu) e Meggiorini. Sono, però, i toscani a passare alla prima occasione: Dainelli sbaglia l'appoggio, ne approfitta Tello che resiste al recupero di Cesar e fulmina Sorrentino. Siamo al 18'. Maran predica calma e i clivensi sfondano a loro piacimento sulla destra: Tello in fase difensiva è un gruviera e Cacciatore va troppo spesso al cross praticamente indisturbato. Meggiorini ha un paio di occasioni che non sfrutta e Sanchez salva su Pellissier. L'ultimo squillo del primo tempo è a tinte viola: punizione di Bernardeschi, Sorrentino alza in angolo.
La ripresa si apre con un sussulto del Chievo (bravo Tatarusanu in uscita su Pellissier), ma ancora un errore dietro condanna i gialloblù: Cacciatore, fin lì tra i migliori, stende ingenuamente Chiesa. Rigore netto che Babacar non fallisce, spiazzando Sorrentino. Il gol subito è una mazzata per Birsa e compagni che perdono lucidità. Meggiorini ha sul piede la palla per riaprire il match al 18', ma Tatarusanu è in giornata di grazia. Entrano anche Inglese (Pellissier ko), Izco ed Hetemaj, ma solo nel finale il numero 1 romeno soffre qualche brivido. Poi in pieno recupero la prima gioia in Serie A di Chiesa: la giusta ciliegina sulla torta di un pomeriggio da incorniciare.
L'Hellas cade a Latina
Scritto da red2   
sabato, 21 gennaio 2017 20:44
Ripresa di campionato indigesta per l'Hellas Verona che perde 2-0 in casa del Latina nella gara valida per la 22/a giornata del campionato di Serie B. I padroni di casa, a secco di vittorie dal 12 novembre scorso, sbloccano il risultato al 10' con un gol di Brosco che insacca sugli sviluppi di un calcio d'angolo dopo un batti e ribatti in area. Gli ospiti faticano a trovare le contromisure adatte e si rendono pericolosi per la prima volta alla mezz'ora con una girata di testa di Pazzini di poco sopra la traversa. Il 'Pazzo' spaventa i nerazzurri nuovamente cinque minuti dopo, ma il suo diagonale si spegne sul fondo. Sul fronte opposto lampo di Insigne, Nicolas ci mette una pezza e manda in corner. Nella ripresa Pinsoglio salva i suoi in avvio al 2' sul tentativo di pallonetto del solito Pazzini. Con il passare dei minuti la spinta del Verona si affievolisce, anzi nel finale è il Latina in pieno recupero a trovare il raddoppio con Boakye su invito di Acosty.
Bus ungherese, inchiesta per omicidio colposo
Scritto da red2   
sabato, 21 gennaio 2017 20:37
Omicidio colposo plurimo stradale: è il titolo di reato del fascicolo contro ignoti aperto dalla procura della repubblica di Verona sull'incidente che ha causato la morte di 16 persone che erano a bordo del pullman ungherese partito ieri mattina dalla Francia per fare ritorno a Budapest dopo una vacanza scolastica sulle nevi. La procura veronese, nel rispetto delle questioni giudiziarie legate a quella che si annuncia come un'inchiesta complessa per stabilire le cause e le eventuali responsabilità dell'incidente, ha espresso piena disponibilità a incontrare i familiari e le autorità ungheresi. 
<< Inizio < Precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Prossimo > Fine >>

Risultati 1 - 4 di 6764
© 2017 infoverona.it
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.